Germania: i piloti si rifiutano di rimpatriare i profughi, voli a terra

06/12/2017 - Sono stati 222 i voli aerei cancellati, tra gennaio e settembre di quest'anno, per il rifiuto di numerosi piloti tedeschi di rimpatriare dei richiedenti asilo in Afghanistan.

I piloti si sono rifiutati di rendersi complici del rimpatrio in un Paese definito 'sicuro', dal governo tedesco, che però sconsiglia ai cittadini tedeschi viaggi in Afghanistan per il rischio di attentati. È infatti vietato il rimpatrio in Paesi in cui le persone rischiano la vita.

 La maggioranza dei voli diretti a Kabul, ma cancellati doveva partire da Francoforte, e quasi un terzo erano voli Lufthansa o della controllata Eurowings. Accanto alla protesta dei piloti, anche moltissimi medici starebbero ostacolando il rimpatrio dei profughi afghani attestando loro malattie varie che gli impedirebbero di viaggiare. 


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 06-12-2017 alle 12:07 sul giornale del 07 dicembre 2017 - 1414 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, lufthansa, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPDC