Treni regionali ''nascosti'', l’Antitrust multa Trenitalia per 5 milioni

trenitalia treno 03/08/2017 - L'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha sanzionato Trenitalia per pratica commerciale scorretta con una multa da 5 milioni di euro, per aver escluso dai propri sistemi di prenotazione alcune delle soluzioni di viaggio con i treni regionali, generalmente più convenienti.

Trenitalia dava ai suoi clienti solo l'illusione di scegliere tra tutti i treni disponibili. L'Antitrust ha accertato che le soluzioni proposte durante le ricerche sulle biglietterie automatiche, sul sito e sulla app omettono numerose soluzioni con treni regionali che prevedono cambi, spesso più economiche e completamente sostituibili a quelle mostrate, magari con pochi minuti di attesa in più.

Le soluzioni di viaggio mostrate sempre sono quelle più care, Frecce e Intercity. Le opzioni con i treni locali sono rintracciabili sono attraverso un'apposita ricerca.

La pratica, ritenuta ingannevole e scorretta nei confronti dei consumatori, è stata punita dal Garante con una multa da 5 milioni di euro, il massimo previsto in casi del genere. L'Antitrust ha inoltre obbligato Trenitalia a informare i viaggiatori con un messaggio che comparirà su tutti i sistemi di prenotazione.





Questo è un articolo pubblicato il 03-08-2017 alle 17:06 sul giornale del 04 agosto 2017 - 865 letture

In questo articolo si parla di trasporti, economia, trenitalia, treno, multa, antitrust, marco vitaloni, articolo, pratica commerciale scorretta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLSH