Due pescherecci italiani attaccati al confine tra Libia e Tunisia

03/08/2017 - Due pescherecci italiani di Mazara del Vallo, “Aliseo" e "Anna Madre" sono stati assaltati nel mar Mediterraneo davanti alla località tunisina di Zarzis al confine tra Libia e Tunisia.

Si ipotizza che ad attaccare sia stata una nave tunisina. Le due imbarcazioni poi tempestivamente state soccorse da un elicottero militare italiano e da una motovedetta hanno evitato conseguenze più gravi, facendo allontanare l’imbarcazione.

L’episodio, verificatosi nel tardo pomeriggio di mercoledì, si inserisce in quella che viene definita la “guerra del pesce”, ma evidenzia il clima di tensione per la missione italiana in Libia volta a fronteggiare l'emergenza immigrazione.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 03-08-2017 alle 11:50 sul giornale del 04 agosto 2017 - 347 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLRM