Genova: crollo della torre piloti, 10 anni al comandante della Jolly Nero

17/05/2017 - Il comandante della Jolly Nero Roberto Paoloni è stato condannato dal Tribunale di Genova a 10 anni e 4 mesi di reclusione per la tragedia della torre piloti avvenuta nel maggio 2013 nel porto di Genova.

Il giudice Silvia Carpanini ha condannato anche il primo ufficiale della nave Lorenzo Repetto a 8 anni e 6 mesi, il direttore di macchina Franco Giammoro a 7 anni e il pilota del porto di Genova Antonio Anfossi a 4 anni e due mesi. Erano tutti imputati di omicidio colposo plurimo, attentato alla sicurezza dei trasporti e crollo di costruzioni.

Assolti invece Giampaolo Olmetti e Cristina Vaccari, referenti della società armatrice Messina. L’azienda è stata ritenuta responsabile del solo illecito amministrativo e condannata a pagare 1 milione e 50mila euro alle famiglie delle vittime in solido con i condannati. Il pm aveva chiesto 20 anni e 7 mesi per Paoloni, 17 anni per Olmetti, 10 anni e 6 mesi per Anfossi, Giammoro e Repetto e 8 mesi per Vaccaro, imputata solo per falso.

La sera del 7 maggio 2013 il mercantile Jolly Nero stava manovrando per uscire dal porto di Genova quando, andando in retromarcia, colpì la torre dei piloti, facendola crollare. Nell'incidente morirono 9 persone.





Questo è un articolo pubblicato il 17-05-2017 alle 17:53 sul giornale del 18 maggio 2017 - 1406 letture

In questo articolo si parla di cronaca, genova, strage, marco vitaloni, porto di genova, articolo, torre piloti, jolly nero

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aJsc