Usa. Lo staff difende Trump che afferma: "Ho diritto di condividere le informazioni con la Russia"

Donald Trump 16/05/2017 - Alcuni informazioni segrete sarebbero state trasmesse tra il presidente Usa, Donald Trump e la Russia, in particolare con il ministro degli esteri russo Serghei Lavrov in occasione del loro incontro a Washington.

Le indiscrezioni, che circolavano da martedì mattina sulla stampa americana sono state subito smentite dal segretario di Stato statunitense che ha spiegato come il presidente ha l’autorità per “de-secretare” tutte le informazioni e negando che siano stati discussi "metodi, fonti o operazioni militari". La notizia del Washington Post, viene poi definita “falsa”.

Nelle ore successive il colpo di scena direttamente attraverso due tweet del presidente Trump che ha scritto: "Come presidente volevo condividere con la Russia (in un incontro alla Casa Bianca programmato ufficialmente), cosa che ho assolutamente il diritto di fare, alcuni fatti relativi al terrorismo e alla sicurezza dei voli aerei. Per ragioni umanitarie, inoltre, voglio che la Russia faccia grandi passi avanti nella sua lotta contro l'Isis e il terrorismo". Trump smentisce così il suo staff. Tra le informazioni rivelate anche alcuni dettagli su un presunto piano dell’Isis di usare computer portatili sui voli di linea.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 16-05-2017 alle 18:12 sul giornale del 17 maggio 2017 - 511 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, Sara Santini, articolo, Donald Trump

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aJpC