Napoli: presa a calci e pugni perchè non voleva indossare il burqa, arrestato il marito

09/04/2017 - È stata presa a calci e pugni dal marito perché non voleva indossare il burqa.

È successo a Sant'Anastasia (Napoli) dove i carabinieri hanno arrestato, l’uomo, un marocchino di 51 anni, per sequestro di persona, minaccia aggravata e maltrattamenti in famiglia. La moglie, una connazionale 28enne, era stata infatti picchiata e poi chiusa nel bagno perché si opponeva alle richieste di indossare abiti lunghi.

La donna ha riportato lesioni al volto poi giudicate guaribili in 15 giorni. Dopo l’aggressione la donna è riuscita a scappare, e una volta giunta in strada si è accasciata a terra. I passanti hanno dunque allertato i carabinieri ai quali la giovane ha raccontato delle ripetute violenze. Il 51enne è stato portato nel carcere di Poggioreale.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 09-04-2017 alle 17:26 sul giornale del 10 aprile 2017 - 793 letture

In questo articolo si parla di redazione, Sara Santini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aIkU