Pavia: 16enne tolta alla famiglia, picchiata perché voleva vivere "all'occidentale"

05/04/2017 - Punita perché non si adeguava alle regole della famiglia musulmana, una 16enne marocchina è stata allontanata dai genitori.

È accaduto a Pavia. Ad affidarla ad una comunità per minori il tribunale di Pavia. La giovane in qualche occasione sarebbe stata anche frustata dai genitori e dal fratello perché non voleva andare a scuola, rientrava troppo tardi e si vestiva troppo all’occidentale.

È stata la giovane a sporgere denuncia dopo essere stata ricoverata ospedale San Matteo con 30 giorni di prognosi. Il legale, della famiglia ha però precisato che i genitori contestavano i “comportamenti ribelli” della ragazza, “ma la religione o l’abbigliamento ‘alla occidentale’ non c’entrano nulla”.

Emerge dunque un nuovo caso dopo quello della giovane di Bologna, a cui i familiari hanno rasato i capelli perchè non voleva portare il velo. 


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 05-04-2017 alle 15:15 sul giornale del 06 aprile 2017 - 706 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aIdn