Congo: arrestati e liberati dopo giorni due giornalisti di Report

luca chianca e paolo palermo 20/03/2017 - Sono ritornati in Italia Luca Chianca e Paolo Palermo, i due giornalisti della trasmissione di Rai3 Report arrestati in Congo mentre stavano lavorando a un'inchiesta su una presunta tangente dell'Eni in Nigeria.

I due inviati sono arrivati lunedì mattina all'aeroporto di Fiumicino. I dettagli della vicenda sono stati resi noti sul sito di Report. Chianca e Palermo erano stati arrestati mercoledì a Pointe-Noire, dopo aver realizzato un'intervista all'imprenditore italiano Fabio Ottonello.

I due reporter sono stati arrestati dai servizi di sicurezza congolesi con l'accusa di essere sprovvisti del visto per i giornalisti. Sono stati segregati per tre giorni e due notti in una stanza di due metri quadrati, seduti su una sedia di plastica. I due inviati sono quindi stati liberati grazie all'intervento dell'ambasciata italiana. Sequestrati dalle forze di sicurezza congolesi telefoni, computer e telecamere dei due e il girato che doveva esser trasmesso nell’imminente puntata di Report.

La notizia del loro fermo è stata tenuta segreta per favorire l’attività della diplomazia italiana. L'inchiesta alla quale stavano lavorando Chianca e Palermo riguarda una presunta tangente pagata dall'Eni per lo sfruttamento del giacimento Opl245 in Nigeria, sulla quale sta indagando da tempo la Procura di Milano.





Questo è un articolo pubblicato il 20-03-2017 alle 19:57 sul giornale del 21 marzo 2017 - 771 letture

In questo articolo si parla di cronaca, congo, eni, report, marco vitaloni, rai3, articolo, giornalisti arrestati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aHD0