Spagna: referendum in Catalogna, per Artur Mas 2 anni di interdizione

13/03/2017 - L'ex presidente della Catalogna Artur Mas è stato condannato a due anni di interdizione dai pubblici uffici per aver organizzato nel 2014 un referendum sull'indipendenza nonostante il divieto della Corte costituzionale spagnola.

Il leader indipendentista è stato riconosciuto colpevole di disobbedienza dalla Corte suprema della Catalogna. Con lui sono stati condannati anche due ex membri del suo governo, la vicepresidente Joana Ortega (21 mesi di interdizione) e la ministra dell'istruzione Irene Rigau (18 mesi). La Procura aveva chiesto 10 anni di interdizione per Mas e 9 per Ortega e Rigau.

Il processo a Mas è stato duramente contestato dal governo catalano, guidato da fine 2015 da Carles Puigdemont. Migliaia di sostenitori di Mas avevano manifestato a Barcellona lo scorso febbraio, all'avvio del processo.

I partiti indipendentisti che hanno la maggioranza nel parlamento di Barcellona stanno intanto portando avanti la secessione da Madrid. Il governo catalano ha annunciato un nuovo referendum (questa volta vincolante) entro settembre, nonostante il divieto della Corte costituzionale e la ferma opposizione del governo spagnolo





Questo è un articolo pubblicato il 13-03-2017 alle 20:23 sul giornale del 14 marzo 2017 - 195 letture

In questo articolo si parla di cronaca, referendum, spagna, indipendenza, marco vitaloni, catalogna, articolo, Artur Mas

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aHnN