Milano: Sala indagato per Expo, si autosopende da sindaco

giuseppe sala 1' di lettura 16/12/2016 - Giuseppe Sala si è autosospeso dalla carica di sindaco di Milano dopo aver appreso di essere indagato dalla procura generale di Milano per presunte irregolarità nell’assegnazione di alcuni appalti di Expo 2015.

L'inchiesta che lo vede coinvolto riguarda la cosiddetta “Piastra dei servizi”, l'appalto per i lavori preparatori sull’area di Expo assegnato all'impresa Mantovani. I reati contestati a Sala, ex amministratore delegato e commissario unico di Expo 2015, sono concorso in falso ideologico e falso materiale.

L'indagine era iniziata nel 2012; nei mesi scorsi, a quasi quattro anni distanza, i pm avevano chiesto l'archiviazione del fascicolo. La richiesta non era stata accolta dal gip e a fine ottobre la Procura generale di Milano ha quindi avocato l'inchiesta, ottenendo altri sei mesi per approfondire le indagini. Il prolungamento dell’indagine ha portato all'iscrizione nel registro degli indagati di alcuni nuovi nomi, tra cui quello di Giuseppe Sala.

L'autosospensione di Sala è stata formalizzata venerdì al Prefetto di Milano. I poteri di sindaco passano ora, temporaneamente, al vicesindaco Anna Scavuzzo.






Questo è un articolo pubblicato il 16-12-2016 alle 16:37 sul giornale del 17 dicembre 2016 - 17242 letture

In questo articolo si parla di cronaca, milano, expo 2015, marco vitaloni, articolo, sindaco di milano, giuseppe sala

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aEIW





logoEV