Modena: cemento depotenziato per la ricostruzione post sisma, tra le opere una scuola

Terremoto Finale Emilia 27/05/2016 - Sono 15 le persone indagate perché ritenute responsabili di aver fornito cemento depotenziato per la costruzione di edifici dopo il terremoto del 2012 in Emilia.

Eseguite 20 perquisizioni nelle provincie di Modena, Bergamo, Bologna, Lodi, Mantova, Milano, Piacenza e Verona. Le indagini, nell'ambito di una operazione denominata 'Cubetto', sono partite nel dicembre del 2015 e coordinate dalla Procura di Modena.

Agli indagati è stata contestata anche la falsificazione delle certificazioni inerenti le caratteristiche tecniche del calcestruzzo. Tra gli edifici ricostruiti anche una scuola elementare di Finale Emilia, comune interessato dall’operazione Aemilia in seguito alla quale sono emersi collegamenti tra l’amministrazione comunale e la criminalità organizzata.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 27-05-2016 alle 14:08 sul giornale del 28 maggio 2016 - 2455 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, redazione, emilia, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axqD