Crisi dei migranti: Slovenia e Macedonia chiudono le frontiere

migranti 09/03/2016 - La Macedonia ha annunciato che non lascerà più passare i migranti attraverso la frontiera meridionale con la Grecia, bloccando di fatto la cosidetta "rotta balcanica".

La decisione segue di poche ore quella assunta dalla Slovenia, che ha detto che consentirà l'ingresso solo agli stranieri che hanno i passaporti e i visti in regola per la zona Schengen o che intendono chiedere asilo nel paese. Anche Serbia e Croazia hanno annunciato che prenderanno misure analoghe.

Le restrizioni introdotte dai paesi balcanici sono arrivate dopo che l'Unione Europea e la Turchia hanno raggiunto un accordo di massima per la gestione dei flussi migratori dal Medio Oriente verso l'Europa. "Il flusso irregolare di migranti lungo la rotta dei Balcani occidentali è finito. Non è una questione di azioni unilaterali, ma una decisione comune a 28", ha detto il presidente del consiglio europeo Donald Tusk al termine dell'incontro di lunedì. Il piano deve però essere ancora finalizzato: Ue e Turchia hanno rinviato ogni decisione finale a una nuova riunione prevista per la prossima settimana.

La bozza dell'accordo prevede che tutti i migranti irregolari, privi quindi di una documentazione valida, che arrivano in Grecia vengano respinti in Turchia. Inoltre i paesi Ue si impegneranno ad accogliere un rifugiato siriano per ogni migrante respinto.

In cambio la Turchia otterrebbe un'accelerazione delle pratiche per permettere ai cittadini turchi di viaggiare in Europa senza visto, da implementare entro giugno; il pagamento dei 3 miliardi di euro promessi lo scorso ottobre ad Ankara, per la gestione della crisi umanitaria legata ai milioni di siriani presenti nei campi profughi turchi; l'apertura di nuovi canali di contrattazione per l'ingresso della Turchia nell'Unione Europea.





Questo è un articolo pubblicato il 09-03-2016 alle 16:16 sul giornale del 10 marzo 2016 - 12689 letture

In questo articolo si parla di attualità, migranti, unione europea, turchia, grecia, slovenia, Macedonia, marco vitaloni, senza casa, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/auEm