Siria: nuovo accordo Stati Uniti-Russia per il cessate il fuoco

Guerra in Siria 22/02/2016 - Russia e Stati Uniti hanno raggiunto un accordo per porre fine alle ostilità in Siria a partire da sabato 27 febbraio.

L'intesa, anticipata da al Jazeera, è stata annunciata con un comunicato congiunto del segretario di Stato Usa John Kerry e del ministro degli Esteri russi Serghei Lavrov. Un accordo simile per il cessate il fuoco, poi fallito, era già stato raggiunto a Monaco di Baviera dall’International Syria Support Group (ISSG). La tregua sarebbe dovuta iniziare lo scorso venerdì, ma i bombardamenti e gli assedi sono continuati.

Ora il nuovo accordo tra le due superpotenze, frutto di intensi colloqui con tutte le parti in causa nel conflitto siriano: il governo di Damasco, i ribelli sunniti appoggiati da Arabia Saudita e Turchia, i curdi siriani. Secondo la nuova bozza le parti dovranno indicare ufficialmente la loro accettazione dei termini dell'accordo entro mezzogiorno di venerdì 26 febbraio. Escluse dall'accordo le operazioni militari contro lo Stato Islamico e il Fronte al-Nusra.

Diversamente da quanto previsto dall'accordo precedente, Stati Uniti e Russia agiranno come garanti diretti del cessate il fuoco, vigilando sul rispetto dei termini dell'accordo. Compito che spetterà ad una speciale task force congiunta Usa-Russia. L’Alto comitato per i negoziati, che riunisce alcuni dei principali gruppi ribelli siriani, avrebbe già confermato, attraverso il coordinatore Riad Hijab, l'accettazione dell'accordo.





Questo è un articolo pubblicato il 22-02-2016 alle 20:28 sul giornale del 23 febbraio 2016 - 2673 letture

In questo articolo si parla di attualità, Russia, Stati Uniti, siria, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/at1G