Caserta: blitz anti-camorra, 24 arresti

Carabinieri 10/12/2015 - Una vasta operazione interforze condotta dalla Squadra mobile e dal Ros dei carabinieri di Caserta ha portato all'arresto di 24 persone, nell'ambito di un'inchiesta sul riciclaggio del denaro del clan camorristico dei Casalesi.

Sequestrato inoltre il centro commerciale "Jambo" di Trentola Ducenta, in provincia di Caserta, dal valore di 60 milioni di euro, ritenuto dagli inquirenti direttamente riconducibile ai Casalesi. Al centro dell'inchiesta, coordinata dalla Dda di Napoli e dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli, le collusioni tra i "colletti bianchi", esponenti dell'imprenditoria e della politica, e il clan di Michele Zagaria, boss arrestato nel 2011. L'indagine ha portato alla luce un complesso sistema finalizzato al riciclaggio dei proventi illeciti della criminalità organizzata.

Gli indagati - imprenditori, amministratori e funzionari pubblici del casertano - sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere di stampo camorristico, concorso esterno in associazione mafiosa, intestazione fittizia di beni, riciclaggio, estorsione, falsità materiale in atti pubblici, abuso d'ufficio, truffa e turbata libertà degli incanti. Tra gli arrestati spicca il nome di Nicola Pagano, ex sindaco di Trentola Ducenta.

Le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Napoli sono in tutto 28: quattro indagati, tra cui l'attuale sindaco del comune casertano, Michele Griffo, non si sono fatti trovare.





Questo è un articolo pubblicato il 10-12-2015 alle 17:39 sul giornale del 11 dicembre 2015 - 1756 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresti, riciclaggio, camorra, caserta, clan dei casalesi, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aruw