Sudafrica: Pistorius condannato in appello per omicidio volontario

Oscar Pistorius 03/12/2015 - Oscar Pistorius è stato condannato in appello per l'omicidio volontario della sua fidanzata Reeva Stenkamp, avvenuto il 14 febbraio 2013 nella loro abitazione a Pretoria, in Sudafrica.

Il processo di primo grado si era concluso nel settembre 2014 con la condanna a cinque anni per omicidio colposo. I giudici di appello hanno ora aggravato la condanna, riconoscendo la volontarietà del gesto. Una nuova udienza nei prossimi giorni stabilirà l'entità della pena a carico di Pistorius. L'ex atleta paralimpico, attualmente ai domiciliari dopo aver scontato un anno in carcere, non tornerà in prigione fino alla nuova udienza.

Pistorius aveva ucciso la compagna con quattro colpi di pistola, sparati attraverso la porta del bagno. Secondo la tesi della difesa, accolta dal giudice di primo grado, si era trattato di un incidente: Pistorius aveva sparato alla Steenkamp credendo fosse un ladro entrato in casa. Secondo l'accusa invece, l'uomo aveva ucciso la fidanzata dopo che i due avevano avuto una lite.





Questo è un articolo pubblicato il 03-12-2015 alle 15:12 sul giornale del 04 dicembre 2015 - 1364 letture

In questo articolo si parla di cronaca, omicidio, oscar pistorius, sudafrica, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arfq