Tunisia: attaccato resort di turisti, decine di vittime

Sousse Uomini armati hanno attaccato la spiaggia di due hotel molto frequentati da turisti stranieri a Susa, in Tunisia.

Secondo il ministero degli Interni tunisino almeno 38 persone, in gran parte turisti stranieri, sarebbero rimasti uccisi, e altre 36 ferite. Tra loro diversi cittadini britannici, tedeschi e belgi. Morto anche uno degli uomini responsabili dell'attacco, ucciso dalla polizia nel corso di una sparatoria sulla spiaggia.

L'attentatore, identificato come uno studente tunisino originario della città di Kairouan, sarebbe arrivato in spiaggia vestito da bagnante, armato con un kalashnikov celato in un ombrellone, ed avrebbe iniziato a sparare contro i turisti. Un secondo terrorista è stato arrestato poco dopo in una località distante poco chilometri.

L'attacco ha avuto luogo attorno alle 13 sulla spiaggia del resort Imperial Marhaba, molto frequentato da turisti stranieri. Susa, città sul golfo di Hammamet a 150 chilometri dalla capitale Tunisi, è una meta turistica molto popolare.

Si tratta del secondo grande attacco nel giro di pochi mesi contro un obiettivo turistico nel Paese, dopo l'assalto al museo del Bardo di Tunisi del marzo scorso, in cui morirono 22 persone, tra cui quattro italiani.

Altri due attacchi terroristici si sono verificati nella giornata di venerdì, in Kuwait e in Francia.





Questo è un articolo pubblicato il 26-06-2015 alle 14:46 sul giornale del 27 giugno 2015 - 2930 letture - 0 commenti

In questo articolo si parla di tunisia, marco vitaloni, attacco terroristico, Sousse

L'indirizzo breve di questo articolo è http://vivere.biz/albm

Suggerisci un altro argomento per questo articolo:

Licenza Creative Commons
Rilasciato con licenza
Creative Commons.
Maggiori info:
vivere.biz/gkW