Svolta diplomatica nei rapporti Usa-Cuba: decisivo l'intervento di Papa Francesco

Papa Francesco Jorge Mario Bergoglio Segnali di distensione tra Usa e Cuba. Dopo 50 anni di tensione i due Capi di Stato hanno annunciato che verranno ristabilite relazioni diplomatiche tra i Paesi.

Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha affermato: “Né il popolo americano né quello cubano vengono aiutati da una politica che ha radici in eventi che hanno avuto luogo prima che la maggior parte di noi fosse nata” - e ha aggiunto- “Lasciamoci alle spalle l'eredità sia del colonialismo che del comunismo, la tirannia di cartelli della droga e di elezioni fasulle”, sostenendo la volontà di aprire un nuovo corso.

Le trattative per la pacificazione dei rapporti tra Cuba e Usa erano in corso da oltre un anno. A favorire il disgelo sono stati l'intervento del governo canadese e di Papa Francesco che i due presidenti hanno voluto ringraziare nei loro discorsi. La situazione si è sbloccata con la liberazione di Alan Gross, contractor americano, in prigione da 5 anni a Cuba, con l’accusa di spionaggio. L’uomo, collaboratore di Usaid (Agenzia per lo Sviluppo Internazionale statunitense), era stato arrestato mentre distribuiva materiale elettronico alla comunità ebraica all'Avana e condannato a 15 anni di prigione.

Gli Stati Uniti hanno a loro volta liberato tre agenti condannati per spionaggio nei confronti di gruppi anti-Castro a Miami. Il presidente cubano, Raul Castro, ha sottolineato che il ristabilimento dei rapporti diplomatici con gli Stati Uniti "non risolvono la questione principale, cioè il blocco economico, commerciale e finanziario che provoca enormi danni economici e umani, e deve cessare".


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 17-12-2014 alle 19:34 sul giornale del 18 dicembre 2014 - 1870 letture - 0 commenti

In questo articolo si parla di cuba, Stati Uniti, papa Francesco, Sara Santini

L'indirizzo breve di questo articolo è http://vivere.biz/ac6j

Suggerisci un altro argomento per questo articolo:

Licenza Creative Commons
Rilasciato con licenza
Creative Commons.
Maggiori info:
vivere.biz/gkW