Caserta: il boss Setola decide di collaborare

Giuseppe Setola 09/10/2014 - Il 1° ottobre ha confessato di aver commesso 46 omicidi, aggiungendo di non voler collaboarre: "Stavo facendo la scelta collaborativa ma sono tornato indietro altrimenti avrei dovuto accusare tutta Casal di Principe".

Ora il boss Giuseppe Setola, del clan dei Casalesi, ha deciso di volersi pentire e collaborare con la giustizia. L’uomo, condannato a 7 ergastoli, ha confessato la propria decisione mercoledì nel corso di un’udienza nell’aula del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, per l’omicidio di Domenico Noviello in cui è imputato.

Ha quindi subito chiesto protezione per la sua famiglia: "Salvate la mia famiglia, altrimenti i Bidognetti li uccidono". Poi rivolgendosi ad un suo amico, Giovanni Letizia, anche lui omicida dei Casalesi, ha aggiunto: “Giovà, lo so che non sei d’accordo, ma la malavita è finita”.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 09-10-2014 alle 22:06 sul giornale del 10 ottobre 2014 - 9964 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, boss, casalesi, Giuseppe Setola, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/0Rb