Sudafrica nega il visto al Dalai Lama, annullato per protesta il vertice dei Nobel per la Pace

Dalai Lama 02/10/2014 - Le autorità sudafricane hanno negato il visto di ingresso al Dalai Lama. Per questo il summit mondiale dei premi Nobel per la Pace che si sarebbe dovuto svolgere dal 13 al 15 ottobre in Sudafrica è stato annullato, in segno di protesta.

Non è la prima volta che il Dalai Lama, accusato di volere l’indipendenza del Tibet, viene considerato persona non gradita in Sudafrica. É già successo due volte da quando è al potere il presidente Jacob Zuma, dal 2009.

Mercoledì Desmond Tutu, l'arcivescovo di Città del Capo, aveva denunciato l'atteggiamento di Pretoria accusandola di "sputare in faccia" a Nelson Mandela, altro Nobel per la pace, e di piegare la testa davanti a Pechino. Il summit aveva infatti come scopo, quello di celebrare l’ex presidente del Sudafrica Nelson Mandela, e il 20° anniversario della fine dell'apartheid.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 02-10-2014 alle 18:38 sul giornale del 03 ottobre 2014 - 3019 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, dalai lama, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/0vg


Hanno fatto benissimo. Negare il visto, solo per motivi di interessi con la CINA, ad un personaggio pubblico e religioso che rappresenta un paese occupato e che lotta con pacifismo per la sua libertà è qualcosa di vergognoso.