Burundi: uccise tre missionarie italiane

suire uccise in burundi Orrore in Burundi, nell'Africa centrale, dove sono state barbaramente uccise tre religiose italiane.

Le missionarie Lucia Pulici, Olga Raschietti e Bernardetta Boggian sono state uccise nel loro convento, nella località di Kamenge, nella zona nord di Bujumbura. Secondo quanto riferito dalla polizia locale, le tre suore sarebbero state anche violentate, prima di venire picchiate selvaggiamente e sgozzate. Due delle sorelle sarebbero state uccise domenica pomeriggio, mentre l'omicidio della terza, la Boggian, sarebbe avvenuto successivamente, nella notte tra domenica e lunedì. Inoltre suor Bernadetta Boggian sarebbe stata anche decapitata. Ma suor Silvia Marsili, vicaria generale delle missionarie saveriane, interpellata da Avvenire, smentisce la versione dello stupro: "A noi non risulta".

A diffondere per prima la notizia, poi confermata dalla Farnesina, é stata la Diocesi di Parma, Diocesi di appartenenza delle religiose, attraverso il suo sito internet. Ancora tutta da appurare la dinamica del triplice omicidio. Forse una rapina finita tragicamente nel sangue, ma nel convento non sembra mancare nulla. La polizia sta cercando di rintracciare un giovane squilibrato, visto allontanarsi dal luogo del delitto con un coltello in mano.





Questo è un articolo pubblicato il 08-09-2014 alle 20:37 sul giornale del 09 settembre 2014 - 2280 letture - 0 commenti

In questo articolo si parla di omicidio, burundi, suore, marco vitaloni

L'indirizzo breve di questo articolo è http://vivere.biz/9sX

Suggerisci un altro argomento per questo articolo:

Licenza Creative Commons
Rilasciato con licenza
Creative Commons.
Maggiori info:
vivere.biz/gkW