Mose: la Camera dice sì all'arresto dell'ex governatore Galan

Giancarlo Galan 22/07/2014 - La Camera ha detto sì all’arresto di Giancarlo Galan, ex presidente della Regione Veneto e attualmente deputato nelle fila di Forza Italia.

Nella votazione, avvenuta a scrutinio segreto i voti a favore sono stati 395, 138 i contrari mentre 2 deputati si sono astenuti. A votare a favore sono stati Pd, Scelta civica, Popolari per l'Italia (Pi), M5S, Sel e Lega Nord. Gli avvocati di Galan appena conclusa la votazione hanno affermato che presenteranno richiesta di arresti domiciliari. Intanto martedì mattina è stata firmata dal personale medico una lettera di dimissioni dall'ospedale di Este.

Secondo l’accusa Galan avrebbe ricevuto uno stipendio di un milione di euro l’anno dal Consorzio Venezia Nuova per accelerare le autorizzazioni e un finanziamento di 800 milioni di euro. Per l’ex governatore il reato ipotizzato è corruzione.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 22-07-2014 alle 17:54 sul giornale del 23 luglio 2014 - 1980 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, giancarlo galan, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/7Am