Peculato: arrestato l'ex ministro Clini

Corrado Clini L'ex ministro dell'Ambiente del governo Monti, Corrado Clini, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza con l'accusa di peculato.

Oltre a Clini è finito ai domiciliari anche Augusto Calore Pretner, imprenditore e ingegnere padovano. I due sono sospettati di aver distratto 3,4 milioni di euro da un finanziamento ministeriale di 54 milioni destinato ad un progetto per la protezione e preservazione dell'ambiente e delle risorse idriche in Iraq. I fatti al centro dell'ichiesta avviata dalla Procura di Ferrara risalgono al 2007, quando Clini era direttore generale del ministero dell'Ambiente.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Clini diede l'ok al finanziamento per il progetto di cooperazione internazionale "New Eden", volto al ripristino ambientale in Iraq e alla gestione integrata dei bacini idrografici del Tigri e dell’Eufrate. Una parte di quei fondi però, attraverso un vorticoso giro di denaro in paradisi fiscali e fatture false, sarebbero finiti in conti bancari svizzeri riconducibili a Clini e a Pretner, socio dello studio che ha curato il progetto. L'indagine, condotta in collaborazione con la procura di Roma e la procura federale di Lugano, è partita dalla scoperta di un flusso di false fatturazioni provenienti da una società olandese a favore di uno studio d'ingegneria ferrarese, Med Ingegneria Srl, impegnato attraverso il corsorzio "Nature Iraw" nel progetto "New Eden".





Questo è un articolo pubblicato il 26-05-2014 alle 19:13 sul giornale del 27 maggio 2014 - 2543 letture - 0 commenti

In questo articolo si parla di iraq, corrado clini, peculato, marco vitaloni, ministero dell'ambiente

L'indirizzo breve di questo articolo è http://vivere.biz/4Q0

Suggerisci un altro argomento per questo articolo:

Licenza Creative Commons
Rilasciato con licenza
Creative Commons.
Maggiori info:
vivere.biz/gkW