Ucraina: ucciso fotoreporter italiano

Andrea Rocchelli 25/05/2014 - Un fotografo italiano, Andrea Rocchelli, è stato ucciso assieme al suo interprete, Andrey Mironov, nell'area di Sloviansk, nella regione separatista ucraina di Donetsk.

La notizia, anticipata da alcune agenzie di stampa russe, è stata confermata ufficialmente dalla Farnesina. Rocchelli, 30 anni, originario di Piacenza, sarebbe stato colpito e ucciso mentre si trovava a bordo di un'auto insieme con il suo traduttore Mironov e un giornalista francese freelance, William Roguelon, rimasto ferito. Il mezzo, secondo quanto raccontato alla France Presse da Roguelon, sarebbe stato investito da una fitta raffica di kalashnikov e colpi di mortaio. A quanto pare la sparatoria sarebbe avvenuta nella zona controllata dai ribelli, ma non è ancora chiaro se ad aprire il fuoco siano stati i militari ucraini o i separatisti filorussi.

Il fotografo italiano, fondatore del collettivo Cesura, si trovava in Ucraina per documentare il conflitto tra il governo di Kiev e i separatisti delle regioni orientali, scoppiato dopo la destituzione del presidente Yanukovich. In passato era stato nel Caucaso, in Tunisia e in Libia.





Questo è un articolo pubblicato il 25-05-2014 alle 15:13 sul giornale del 26 maggio 2014 - 2258 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ucraina, marco vitaloni, articolo, donetsk, andrea rocchelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/4M9