Armi chimiche siriane: la nave arriverà nel porto di Gioia Tauro, Lupi tranquillizza 'Massima sicurezza'

Ministro Maurizio Lupi 16/01/2014 - Transiteranno nel porto di Gioa Tauro le armi chimiche siriane. Il porto è stato scelto, come ha affermato il ministro delle Infrastrutture Lupi “per allontanarsi il meno possibile dal Mediterraneo centrale”.

Le armi chimiche si trovano attualmente a bordo della nave danese Arc Futura e sono depositate in circa 1.500 container. La nave danese farà scalo nel porto calabrese dove il materiale sarà trasbordato sulla nave americana Cape Ray.

In ogni caso, ha rassicurato il ministro Lupi, "non vi sarà alcuno stoccaggio a terra" e tutto avverrà "nel massimo della sicurezza", al fine di collaborare con la comunità internazionale per la distruzione delle armi chimiche.

A proposito il sindaco di Gioia Tauro Renato Bellofiore a affermato: "Mettono a repentaglio la mia vita. Se succede qualcosa la popolazione mi viene a prendere con un forcone", mentre il sindaco di San Ferdinando, il comune in cui ricade il 75% del porto ha aggiunto ''Stiamo valutando di emettere un'ordinanza per chiudere il porto''.

L’ipotesi è stata subito smentita dal Ministro Lupi, che ha sostenuto come altrimenti bisognerebbe farlo per tutte le operazioni analoghe che avvengono durante l’anno.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 16-01-2014 alle 17:58 sul giornale del 17 gennaio 2014 - 1882 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, gioia tauro, lupi, Sara Santini, ministro Lupi, armi chimiche, ministro maurizio lupi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/Xap