Costa Concordia: ritrovata in Germania una dei dispersi

Naufragio della Costa Concordia 18/01/2012 -

Gertrud Goergens, una delle passeggere tedesche che risultavano disperse, è viva e si trova in Germania, dove si è presentata alla polizia locale.



E' stata identificata una delle cinque vittime ritrovate martedì all'interno della nave: si tratta di un membro dell'equipaggio, l'ungherese Sandor Feher.

Si difende intanto Francesco Schettino, rientrato a casa a Meta di Sorrento, dove si trova agli arresti domiciliari: "Ho fatto il mio dovere, non è vero che sono scappato". Il capitano della nave da crociera viene difeso anche da compaesani e vicini di casa, che lo descrivono come "una brava persona, solare, che aiuta gli altri".

Per il Ministro dell'Ambiente Corrado Clini c'è già un danno ambientale, seppur molto contenuto, relativo ai fondali dell'Isola del Giglio, e aggiunge: "La situazione è al limite perché la nave è in posizione instabile. E' una corsa contro il tempo".

"Per svuotare le 2.400 tonnellate di carburante contenuto nei serbatoi abbiamo bisogno di almeno due settimane - prosegue Clini - per la rimozione ovviamente ci vorrà più tempo".

Il ministro ha poi affermato che per operare con più velocità e snellire le procedure il prossimo Consiglio dei Ministri dovrebbe approvare lo stato di Emergenza.





Questo è un articolo pubblicato il 18-01-2012 alle 18:11 sul giornale del 19 gennaio 2012 - 1527 letture

In questo articolo si parla di attualità, costa crociere, naufragio, corrado clini, marco vitaloni, costa concordia, isola del giglio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/t64