Iran: scienziato nucleare muore nell'esplosione di un'autobomba

esplosione 11/01/2012 -

Mostafa Ahmadi-Roshan, uno scienziato nucleare iraniano, è morto mercoledì mattina nell'esplosione di un'autobomba nella zona nord di Teheran. A riferirlo è l'agenzia d'informazione 'Fars', precisando che l'esplosione è stata provocata da un motociclista che ha piazzato un ordigno su un'auto.



Secondo fonti locali l'attentato, nel quale sono rimaste ferite altre due persone, ha avuto luogo presso l'università 'Allameh Tabatai' della capitale iraniana.

L'ingegnere, che aveva ottenuto nove anni fa una laurea in chimica all'Università Sharif, era il vicedirettore per gli affari commerciali del sito di Natanz, il principale sito di arricchimento dell'uranio dell'Iran, dove ci sono oltre 8.000 centrifughe.

Diversi scienziati nucleari iraniani, precisano le fonti locali, sono stati assassinati negli ultimi anni: Teheran ha sempre accusato Stati Uniti e Israele per questi omicidi. La comunità internazionale sospetta che il programma atomico della Repubblica Islamica abbia finalità militari e, dopo le misure restrittive imposte dagli Usa a fine anno, in questi giorni anche l'Ue sta definendo nuove sanzioni economiche contro l'Iran.





Questo è un articolo pubblicato il 11-01-2012 alle 09:19 sul giornale del 12 gennaio 2012 - 1452 letture

In questo articolo si parla di attualità, Iran, Sudani Alice Scarpini, esplosione, Teheran

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tMp

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici