Bari: recuperato cadavere in mare. Si teme sia marchigiano scomparso

Roberto Straccia 07/01/2012 -

E' stato recuperato in mare, sabato mattina nella zona del quartiere Palese a Bari, il cadavere di un uomo. L'ipotesi che il corpo sia di Roberto Straccia è sostenuta, secondo fonti investigative, da diversi elementi.



Straccia, 24enne orginario di Moresco, era scomparso il 14 dicembre a Pescara. Addosso al corpo sono stati trovati pantaloncini di colore rosso con strisce laterali bianche, una giacca impermeabile tipo k-way blu e scarpe da ginnastica grigie: lo stesso abbigliamento che aveva il giovane il giorno della scomparsa.

Tuttavia i familiari di Roberto, il padre e la sorella, non hanno riconosciuto il cadavere a causa delle pessime condizioni di conservazione. Saranno ora decisivi l'autopsia e l'esame del Dna per un'identificazione certa del giovane. Un mazzo di chiavi e l'Ipod sono invece stati riconosciuti dalla madre come quelli del figlio.

L'autopsia, disposta dal pm della procura di Bari, sarà effettuata nell'istituto di medicina legale del policlinico del capoluogo pugliese. La procura ha aperto un fascicolo per istigazione al suicidio in relazione al cadavere rinvenuto in mare. A dare l'allarme è stato un passante che ha allertato il 113 dopo aver scorto un corpo tra gli scogli.

Sul caso della scomparsa del 24enne la procura di Pescara aveva aperto un fascicolo per sequestro di persona.





Questo è un articolo pubblicato il 07-01-2012 alle 15:04 sul giornale del 09 gennaio 2012 - 1235 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, bari, moresco, roberto straccia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tFQ

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici