Torna la mozzarella blu, nuovi sequestri a Frosinone

04/01/2012 -

Ritorna l'allarme per le mozzarelle blu, dopo le partite sequestrate dalla Squadra Mobile di Frosinone in due supermercati della città.



I lattacini, secondo gli accertamenti finora effettuati dalla Questura, non risultano prodotti o confezionati nella provincia, molto probabilmente potrebbero arrivare da fuori Italia. In corso di svolgimento le analisi sui prodotti ritirati da parte dell'Asl di Frosinone.

La Questura invita i consumatori a controllare bene la data di scadenza e l'aspetto esteriore delle mozzarelle, e a contattare il 113 in caso di merce sospetta. Quasi nulli il rischio per la salute dei consumatori, perchè il batterio responsabile dell'alterazione non è patogeno.

"Il consumo di mozzarelle blu potrebbe creare qualche fastidio, come forme di gastroenterite, essenzialmente in soggetti suscettibili come i bambini, gli anziani o le persone immunodepresse" è il commento di Patrizia Laurenti, docente di Igiene all'Università cattolica di Roma.

Il batterio si sviluppa essenzialmente in acqua ferma e a basse temperature, ragione per cui la possibile causa della contaminazione risiederebbe nella scarsa condizione igienica dell'acqua negli sabilimenti di produzione, come già riscontrato nel 2010 con le mozzarelle provenienti dalla Germania.

E gli agricoltori,preoccupati dal possibile deprezzamento del latte, richiedono l'apertura di un tavolo di crisi, come afferma in una nota Alessandro Salvadori, presidente della Cia del Lazio: "Subito la normativa sulla provenienza dei prodotti e l'istituzione di un tavolo di crisi per gestire questa emergenza. Non possiamo perdere altro tempo. I consumatori chiedono certezze e il nuovo allarme risuonato a Frosinone non può essere lasciato cadere nel vuoto"





Questo è un articolo pubblicato il 04-01-2012 alle 18:20 sul giornale del 05 gennaio 2012 - 1436 letture

In questo articolo si parla di cronaca, frosinone, mozzarella blu, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tBR