Manovra, Monti: 'Al via la fase due'

Mario Monti 22/12/2011 -

Diminuiscono i consensi al governo di Mario Monti in Senato. I sì alla fiducia sulla manovra, giovedì, sono stati 257, quindi 24 in meno rispetto ai 281 di novembre. "Il decreto è legge e ne sono lieto", ha commentato Monti. Ora parte la "fase due".



Al via una serie di interventi preannunciati dall'esecutivo e che mirano alla crescita ed allo sviluppo. Come detto i consensi sono però in calo. Ai no della Lega si aggiungono quelli dell'Idv, Svp e Union Valdotaine: se ne sono registrati 41, erano 25. Il presidente del consiglio ha affermato che la manovra è un decreto di estrema urgenza "che mette in grado l'Italia di affrontare a testa alta la gravissima crisi europea".

"L'Italia porterà in Europa il suo contributo alla stabilità - ha aggiunto il premier in Senato - anche elementi di riflessione e azione sempre più forti sulla politica economica, non c'é crescita senza disciplina finanziara".

Secondo Monti l'Europa deve perseguire gli obiettivi di crescita, occupazione e coesione. "Deve essere un'Europa più comunitaria in cui il rispetto di regole stringenti deve anche renderla più solidale e più vicina ai cittadini, non può essere nè apparire fredda nei confronti della società civile", ha sottolineato Monti





Questo è un articolo pubblicato il 22-12-2011 alle 19:23 sul giornale del 23 dicembre 2011 - 1669 letture

In questo articolo si parla di attualità, francesca morici, politica, manovra economica, Mario Monti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tik