Trattato globale contro i cambiamenti climatici

mondo 11/12/2011 -

Via libera all'accordo globale per tentare di frenare i cambiamenti climatici. L'assemblea delle Nazioni Unite ha trovato l'intesa.



Il piano, che impegnerà tutti i paesi, sarà definito entro il 2015 e le misure dovranno divenire esecutive entro il 2020. Durban può rappresentare quindi una svolta epocale che segna il rilancio delle tecnologie "verdi". La Conferenza mondiale sul clima sottolinea l'urgenza di accellerare i tempi e di alzare il livello di riduzione.

Il trattato, salutato dalla presidente della conferenza Maite Nkoana-Mashabane come una decisione storica, è il frutto di due settimante di negoziati. Secondo il ministro dell'ambiente italiano Corrado Clini, è il momento di intese sulle tecnologie con i paesi di nuova industrializzazione. "Una speranza concreta per la stabilità del clima e per la nostra economia", ha commentato Clini.

Diventerà operartivo anche il Fondo Verde: 100 milioni di dollari l'anno per aiutare i paesi poveri ad abbattere le emissioni di gas serra. Dal 2013 partirà la seconda fase degli impegni di Kyoto che coinvolgono i paesi europei ed una parte di quelli industrializzati.






Questo è un articolo pubblicato il 11-12-2011 alle 10:37 sul giornale del 12 dicembre 2011 - 10360 letture

In questo articolo si parla di attualità, francesca morici, onu, messico, sud africa, mondo, emergenze clima, durban, cambiementi climatici, trattato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/sNC