Carni, l'Europa punta sull'obbligo dell'etichetta d’origine

22/06/2011 -

Nuove e più efficienti etichette in Europa. In tutto il settore alimentare. Con l’obbligo di indicare il paese d’origine che viene esteso alle carni: dalla fettina di carne di bovino a quella di suino, di agnello e pollame.



Lo hanno deciso i 27 Stati membri dell’Ue, oggi a Bruxelles, approvando il testo di compromesso sulla nuova etichettatura alimentare europea. Lo comunica direttamente l’Uninone Europea. La decisione, che giunge dopo oltre tre anni di discussioni, punta ad un’etichetta “precisa, chiara e facile da comprendere” in cui il consumatore potrà trovarvi anche i valori energetici e nutrizionali degli alimenti che acquista e l’indicazione di allergeni per chi soffre di intolleranze alimentari. Già entro la fine dell’estate è atteso l’imprimatur formale del Parlamento e del Consiglio Ue.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-06-2011 alle 19:09 sul giornale del 23 giugno 2011 - 3774 letture

In questo articolo si parla di attualità, carne, News2U

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mrk