In Turchia si sperimenta la prima centrale ibrida

14/06/2011 -

Anche le centrali elettriche possono essere ibride come le auto. Il primo esempio, come annunciato dall'azienda statunitense General Electric, vedrà la luce nel 2015 in Turchia, e unirà la tecnologia a gas con delle turbine eoliche e una 'torre' solare a concentrazione.



La prima centrale ibrida della storia sarà costruita in Turchia e sarà così in grado di abbinare due fonti diverse e apparentemente inconciliabili fino al giorno d’oggi, mettendo a fianco di una fonte energetica come il gas una fonte rinnovabile come l’eolico.

La centrale ibrida, che avrà una potenza di 530 Megawatt e che si annuncia indicata per i paesi le cui reti elettriche funzionano a 50 hertz, consentirà quindi notevoli risparmi grazie all’abbattimento e all’ottimizzazione dei costi di gestione degli apparati, confermando come anche i produttori di energia tradizionali si stiano muovendo verso direzioni alternative.

L’avvio della fase operativa commerciale è previsto per il 2015 circa, ma il progetto è stato studiato già nel 2008 da Metin Celal, presidente e ceo di Met Group of Companies, società che ha in seno la Metcap Energy Investments. L’impianto, che dovrebbe diventare operativo nel 2015 e avrà un’efficienza del 69%, permetterà di ridurre della metà i costi del solare termico.





Questo è un articolo pubblicato il 14-06-2011 alle 18:54 sul giornale del 15 giugno 2011 - 4052 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia angeletti, eolico, monte san lorenzo, energie alternative, ibrido, solare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/l7b