Afghanistan: ucciso ufficiale carabinieri

04/06/2011 -

Un ufficiale dei carabinieri è stato ucciso con un colpo di arma da fuoco in Afghanistan, dove era in servizio presso l'ambasciata italiana a Kabul come esperto antidroga. Si sarebbe trattato di un fatto di criminalità comune, da non mettere in relazione alla sua attività.



Secondo una prima ricostruzione, il tenente colonnello Cristiano Congiu si trovava in una località della valle del Panjshir, nell'Afghanistan nord orientale, insieme a due conoscenti, entrambi civili: un afgano e una donna americana.

Durante questo loro viaggio avrebbero incrociato un gruppo di afgani ed uno di questi, un giovane, per motivi ancora da chiarire, avrebbe afferrato la donna. Congiu ha interpretato questo atto come un'aggressione e ha sparato con la sua pistola, ferendo lievemente al fianco il ragazzo.

Gli altri afgani sono scappati ed il tenente colonnello ha soccorso il giovane: stava per caricarlo in auto e trasportarlo in ospedale, quando i compagni del ragazzo ferito sono tornati insieme ad altri uomini armati che hanno sparato tre colpi di kalashnikov, uno dei quali ha raggiunto Congiu alla testa. Il militare è morto sul colpo.





Questo è un articolo pubblicato il 04-06-2011 alle 14:16 sul giornale del 06 giugno 2011 - 3278 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, afghanistan, militari italiani, cristiano congiu

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lDT

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici