Renzi: raccolta firme per introdurre il reato di omicidio stradale

matteo renzi 01/06/2011 -

Una proposta shock, ma accolta trasversalmente dal mondo politico quella del Primo cittadino di Firenze, Matteo Renzi. Da lui infatti è partita una raccolta firme per introdurre il reato di "omicidio stradale" e la pena di "ergastolo della patente", sostanzialmente il divieto assoluto di guidare per tutta la vita. 



Lo scopo è quello di inasprire le pene per chi guida in stato di alterazione e uccide o ferisce gravemente qualcuno. Ossia passare dagli attuali 3-10 anni (spesso meno di due con sconti e riduzioni) a 8-18, in pratica per escludere questo reato dalla cerchia dei patteggiamenti e dei riti abbreviati.

La proposta di legge, presentata oggi in Palazzo Vecchio, rientra nel progetto ‘David’, promosso da Stefano, Stefania e Valentina, i familiari di Lorenzo Guarnieri, il giovane di 17 anni morto nella notte tra l’1 e il 2 giugno dello scorso anno in un incidente stradale causato da un uomo alla guida di uno scooter, risultato poi sotto l’effetto di alcol e droga.

Durante la conferenza stampa, il sindaco Renzi ha spiegato che per formalizzare la proposta di legge sono necessarie 50 mila firme.





Questo è un articolo pubblicato il 01-06-2011 alle 22:17 sul giornale del 03 giugno 2011 - 3913 letture

In questo articolo si parla di attualità, omicidio, giulia angeletti, strada, firenze, codice della strada, matteo renzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lyG