Napolitano: notizie essenziali per Tv e giornali, troppa cattiva informazione

giorgio napolitano 02/02/2011 -

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, è intervenuto oggi sulla questione della Tv e dell'informazione nazionale. Una problematica calda che fa preoccupare anche chi sta al vertice dello Stato. La Tv e i giornali di oggi mostrano una “gara continua a chi urla di più” e “troppo spazio alla cronaca nera e a quella giudiziaria”.



Il Capo dello Stato ha reclamato una informazione più essenziale di notizie, senza trascurare quelle internazionali che spesso vengono tralasciate. Includere un panorama sempre più ampio, essendo consapevoli che l'informazione, a qualunque livello e attraverso qualsiasi mezzo, contribuisce a creare ed influenzare le coscienze.

L'appello del Capo dello Stato è per una informazione fatta di "reponsabilità e pacatezza", ad un giornalismo consapevole del proprio potenziale di poter influenzare l'Italia e gli italiani e che tenti di riportare un'informazione corretta anche in questo clima politico senza abusare di estremismi politicizzati da una parte o dall'altra.

La situazione attuale ha spinto Napolitano a diffondere questa preoccupazione, dal momento che il rischio è di impoverire l'informazione. Vi sono diritti che il giornalismo deve avere, ma anche doveri da rispettare. Realtà e qualità dovrebbero essere le linee guida dell'informazione di oggi. I giornalisti dovrebbero mirare sempre più a notizie di più alto livello morale e non cadere nella bassezza amorale della attuale realtà politica.





Questo è un articolo pubblicato il 02-02-2011 alle 21:48 sul giornale del 03 febbraio 2011 - 1055 letture

In questo articolo si parla di attualità, giorgio napolitano, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gYU