Pakistan: quando l’intolleranza ammazza la solidarietà

24/09/2010 -

Il numero degli sfollati supera di 6 volte quelli di Haiti, ma il dramma rimane nell’ombra



Una notizia che è volata via tra la voluta incuranza degli organi d’informazione e la superficialità dei più. Ma se si vanno ad analizzare i numeri, questi si rivelano terrificanti: l’alluvione ha sommerso un’area di ben 160mila chilometri quadrati, a fine agosto i morti erano circa 2000, ma i senzatetto sono di 6 volte superiori a quelli del terremoto di Haiti, fra questi ben 3 milioni e mezzo di bambini rischiano di contrarre malattie che li porterà in fretta alla morte. 20 milioni di persone hanno bisogno di aiuto.

"Come Haiti, più lo tsunami, più l’uragano Katrina insieme". Così Guido Sabatinelli, direttore dell’Ufficio Oms in Pakistan cerca di rendere l’idea della portata del disastro naturale.

Eppure non se ne parla. Qualcuno avrà anche gioito dentro di se pensando che la natura ha fatto giustizia, cancellando un gran numero di vite che da tempo parteggia per il dominio talebano. Questo è avvilente. La solidarietà giustamente dimostrata nei confronti del popolo haitiano non ha avuto lo stesso seguito con quello pakistano.

Tutto ciò cancella la dignità umana ma anche il sorriso di un bambino divorato dalle mosche.

Una campagna di solidarietà sarà attiva fino al 27 settembre. Si può aiutare il popolo pakistano attraverso queste soluzioni:

On-line
Con carta di credito, wallet Bank pass web o conto Paypal. DONA ORA!

45504
Dona 2 euro con SMS da Tim, Vodafone, 3, CoopVoce e Noverca o da rete fissa Telecom Italia. Campagna attiva dal 4 al 27 settembre

Carta di credito
Chiama il numero verde 800.132870 dalle 9.00 alle 19.00 per effettuare la tua donazione con carta di credito.

In posta
Versamento con bollettino postale sul conto corrente n. 4146579 intestato a AGIRE onlus, via Nizza 154 - 00198 Roma. Causale Emergenza Pakistan.

Bonifico sullo stesso conto: IBAN IT64 M 07601 03200 000004146579

In banca
Sul conto corrente della Banca Prossima. IBAN IT 64 R 033 5901 6001 00000013 915
Causale Emergenza Pakistan.

Sul Bancomat del circuito Quimultibanca: dal Menù andare a Pagamenti e Ricariche e quando richiesto digitare il codice 111.
Quil’elenco delle banche che offrono questo servizio presso i loro sportelli bancomat.

Assegno bancario non trasferibile
Intestato a AGIRE onlus. Inviare in busta chiusa a: AGIRE onlus, via Nizza 154 - 00198 Roma.





Questo è un articolo pubblicato il 24-09-2010 alle 21:34 sul giornale del 25 settembre 2010 - 847 letture

In questo articolo si parla di attualità, chiara bruglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cyN